Topic outline

  • PREMESSA

    CONTESTO

     

    Recentemente il Museo dello Sport di Torino ha inserito il Parkour, attività sportiva con una valenza artistica, urbana e sociale, tra le discipline in mostra; un settore del nuovo progetto architettonico parigino “Les Halles” di Parigi è stato dedicato a questa disciplina ed inaugurato nell’aprile 2016. ЯAPKOUR vuole porre in essere un’iniziativa in favore dei giovani e dei formatori operanti nelle associazioni giovanili che integrino quelle che sono 2 attività artistiche e sportive quali il rap e il parkour, ossia manifestazioni che hanno trovato vita e sviluppo ”in mezzo alla strada”, secondo regole proprie, non sempre codificabili, spesso marginalizzate e praticate da gruppi ristretti di persone. Rap e Parkour hanno un’audience vastissima, specialmente nel mondo giovanile, sebbene continuino ad essere praticate da gruppi di ragazzi svantaggiati sotto l’aspetto economico, etnico, urbano, culturale, implicando il diffondersi di valori e comportamenti poco educativi: la linea tra arte, esibizione e vandalismo è sempre sottile. Inoltre, spesso si riscontrano tra i giovani praticanti il parkour iniziative spontanee che se non adeguatamente preparate e svolte secondo pratiche sicure, possono generare incidenti gravi.

    La sfida del progetto ЯAPKOUR è quella di poter creare una metodologia integri la creatività dei giovani nelle comunità locali, al fine di impostare un percorso educativo che rafforzi la condivisione e la valorizzazione degli spazi urbani, la creatività, l’attività fisico-sportiva. L’intento vuol essere quello di promuovere le attività di rap e parkour in percorsi corretti, legali e portatori di valori positivi, incoraggiando l’espressione artistica e la partecipazione, sviluppando le competenze civiche e sociali. Il coinvolgimento di giovani in situazioni di marginalità, di disagio sociale e culturale, attraverso discipline “della strada”, permette di sfruttarle per veicolare messaggi quali l’inclusione sociale, la lotta alle discriminazioni, il dialogo interculturale favorendo la condivisione di idee, conoscenze ed abilità attraverso un percorso di apprendimento non-formale e informale. In questa maniera si utilizzano i nuovi linguaggi espressivi giovanili, come risorsa per la comunità, valorizzandoli in quanto capaci di innovazione culturale ed economica. Il lavoro sul campo ha permesso di constatare che alcune attività di parkour svolte nei parchi e/o luoghi degradati hanno favorito attività di pulizia e riqualificazione del luogo da parte dei praticanti.

    Educazione musicale significa sviluppare abilità strumentali e di comprensione della musica, ma anche educazione alla creatività, al rispetto delle regole, all’ascolto degli altri, a tutta una serie di elementi trasversali, propri di ogni disciplina. La musica sostiene e accompagna i giovani nell’affrontare tensioni difficili: individuazione, autonomia, il rapporto con gli altri e con sé stessi. Il rap è stato scelto perché in sintonia con il parkour ed ha un grado di diffusione nei paesi partner molto elevato tra i più giovani.

    Per ciò che riguarda il parkour, secondo una recente metodologia sviluppata da Natalia Ivanova, docente di educazione fisica danese, la sua filosofia impone non solo sfidare te stesso, ma sviluppare il meglio: le droghe e l’alcol possono dare una visione distorta delle cose, il parkour insegna a calcolare bene le distanze, avere concentrazione e una percezione definita della realtà. Rap e parkour possono, inoltre, far percepire ai ragazzi ogni luogo come uno spot, un luogo per esercitarsi, preservandolo da atti distruttivi divenendo un modo per combattere il vandalismo nelle città che produce danni monetari importanti.

    Il progetto si propone come un percorso metodologico e di sperimentazione che nasce dalla necessità di strutturare processi di apprendimento che si sono sempre svolti in maniera volontaria, senza essere strutturati. Gli operatori avranno un ruolo di facilitatori nelle fasi di apprendimento, animando la formazione dei ragazzi attraverso lo sviluppo e l’animazione di attività teoriche e pratiche. In questo modo sarà possibile costruire un percorso utilizzabile in altri contesti e in sessioni future e di aggiornarlo agevolmente ai cambiamenti che le pratiche del parkour e del rap subiscono costantemente.

    Gli obiettivi del progetto ЯAPKOUR sono creare e sperimentare una serie di strumenti e una metodologia composta da attività teoriche e pratiche che porti a far interagire i giovani traceur (praticanti del parkour) e i giovani rapper di paesi differenti.

    Il progetto avrà una valenza transnazionale che permetterà di definire le buone pratiche sorte in Francia e di adattarle alle realtà rappresentate nel progetto, portoghese e italiana. La voce e il corpo, pur agendo in maniera differente si confrontano in spazi e dimensioni che travalicano gli ambiti nazionali, diventando un mezzo ideale per la promozione della multiculturalità.

     

    OBIETTIVI

     

    La sfida del progetto ЯAPKOUR è quella di poter creare una metodologia che integri la creatività dei giovani nelle comunità locali, al fine di impostare un percorso educativo che rafforzi la condivisione e la valorizzazione degli spazi urbani, la creatività, l’attività fisico-sportiva. L’intento vuol essere quello di promuovere le attività di Rap e Parkour in percorsi corretti, legali e portatori di valori positivi, incoraggiando l’espressione artistica e la partecipazione, sviluppando le competenze civiche e sociali. Il coinvolgimento di giovani in situazioni di marginalità, di disagio sociale e culturale, attraverso discipline “della strada”, permette di sfruttarle per veicolare messaggi quali l’inclusione sociale, la lotta alle discriminazioni, il dialogo interculturale favorendo la condivisione di idee, conoscenze ed abilità attraverso un percorso di apprendimento non-formale e informale. In questa maniera si utilizzano i nuovi linguaggi espressivi giovanili, come risorsa per la comunità, valorizzandoli in quanto capaci di innovazione culturale ed economica.

     

    Attraverso l’uso di Rap e Parkour, il progetto ha come obiettivi specifici quelli di:

    - sviluppare metodi efficaci per raggiungere i giovani marginalizzati promuovendo l'inclusione, l'emancipazione, la partecipazione e la cittadinanza attiva di giovani con minori opportunità e a rischio di esclusione sociale,

    - promuovere attività socio-educative di qualità atte a sostenere le capacità e lo sviluppo professionale degli educatori e degli animatori giovanili per l'apprendimento di coloro che provengono da contesti svantaggiati.


     

    ATTIVITÀ E METODOLOGIA

     

    Il progetto prevede attività soprattutto connesse alla produzione di un set di Output intellettuali tra cui Linee guida per le due tipologie di attività formative individuate: workshop per operatori e corsi per discenti.

     

    L'obiettivo principale è quello di sviluppare linee guida metodologiche basate su schemi di formazione funzionali (i curricula) e supportati da materiali didattici di riferimento che, essendo collegati alle attività di espressione vocale e corporale, sono stati essenzialmente progettati come schede basati sulle performances di Rap e Parkour.

     

    A completamento di questo, è stata creata una piattaforma di e-learning multilingue che funge sia da strumento per consentire l'interazione tra coloro che partecipano alle attività di formazione, sia come repository di materiali didattici (file di testo, video, manuali, immagini, articoli, ecc. .).



  • CONOSCENZA DEL GRUPPO

    CONOSCENZA DEL GRUPPO

    Obiettivi generali

    1.      Promuovere la conoscenza dei partecipanti al progetto.

    Obiettivi specifici

    1.      Conoscere le caratteristiche generali di ogni persona che forma il gruppo.

    2.      Stabilire l'unione del gruppo.

    3.      Trovare interessi comuni all'interno del gruppo.

    4.      Favorire un clima di lavoro e di fiducia all'interno dei partecipanti.

     

    Attività

    Impariamo i nomi in movimento

    Descrizione

    Tutti i partecipanti in circolo. Comincia il primo il quale dice il suo nome e un movimento che lo identifica. Il secondo ripete il nome del compagno di prima e il movimento che ha fatto e aggiunge il suo nome e un nuovo movimento. Si continua aggiungendo i nomi e i movimenti degli altri fino a quando il cerchio è completo.

    Tempi

    A seconda del numero di partecipanti.

    Materiali

    Nessuno

     

    Attività

    Il mio nome bussò

    Descrizione

    Tutti i partecipanti in circolo. Comincia il primo il quale dice il suo nome con una strofa o un piccolo verso che lo presenti. Si procede facendo ripetere in questo modo la propria presentazione a ogni partecipante: il proprio nome e la frase in rima (stile Rap).

    Tempi

    A seconda del numero di partecipanti.

    Materiali

    Nessuno

     

    Attività

                                                          La dinamica dei saluti

    Descrizione

    Il gruppo cammina liberamente nello spazio della camera. A un segnale, si deve scegliere un partner che è vicino a sé e si saluta come indicato su un monitor. All'inizio dell'attività, saranno state spiegate le diverse forme di saluto inventando tutto ciò che si ritiene necessario. Per esempio: saluto diplomatico, saluto dell’orso, saluto extraterrestre, saluto di paura ...

    Tempi

    5-10'

    Materiali

    Nessuno

     

    Attività

    4 tempi

    Descrizione

    Un'introduzione musicale a ritmo Rap, attraverso la struttura classica di quattro tempi. L'idea è quella di assimilare lo stile musicale e "rompere il ghiaccio" affinché i partecipanti si conoscano.

    Tempi

    30 minuti

    Materiali

    Stereo e musica registrata.

     

    • CONSAPEVOLEZZA AMBIENTALE

      CONSAPEVOLEZZA AMBIENTALE

      Obiettivi generali

      1.      Conoscere le caratteristiche dell'ambiente a livello sociale, culturale e architettonico.

      Obiettivi specifici

      1.      Identificare le caratteristiche o le peculiarità dell'ambiente, a livello sociale e culturale, dove vivono o svolgono attività.

      2.      Conoscere le caratteristiche urbane a livello architettonico.

      3.      Stabilire un contatto con l'ambiente e conle persone che ne fanno parte.

      Attività

      Dove vivo?

      Descrizione

      A squadre, verrà realizzato un questionario sulle caratteristiche dell'ambiente, i problemi che preoccupano maggiormente i vicini, le opportunità del luogo, la storia o qualsiasi evento che abbia segnato la storia del luogo.

      È importante organizzare una visita con un rappresentante di organizzazioni politiche e sociali locali, per avere visioni diverse di come sono il quartiere, le sue caratteristiche e le sue esigenze.

      Tempi

      Tra 3-4 ore di lavoro.

      Materiali

      Carta, penne.

       

      Attività

      Mappa del quartiere

      Descrizione

      Per squadre e sotto la guida di un esperto di Parkour. Si realizza una mappa della zona in cui si svilupperanno le attività di Parkour. Successivamente e, facoltativamente, è possibile fare un modello di Rapkour a piccola scala relativo alle zone si andranno ad esercitare le attività.

      Tempi

      Tra 3-4 ore di lavoro.

      Materiali

      Carta, penne.

       

      Attività

      Mappa sensibile dell’ambiente

      Descrizione

      A squadre. A seconda della loro attività preferita, creare una mappa "sensibile" della propria località. Per i partecipanti, una nomenclatura potrebbe essere utilizzata per differenziare i luoghi naturali, coperti, in ombra, in altezza… che si trovano in zone sensibili... Per i rapper, la nomenclatura può distinguere i luoghi dove praticare con discrezione, quelli in cui si è sicuri di essere ascoltati, luoghi in cui praticare con gli amici, un educatore, in cui viene fornita l'attrezzatura ...

      Tempi

      Tra 3-4 ore di lavoro.

      Materiali

      Carta, penne, un’etichetta in bianco della propria zona.

       

      Attività

      La storia del Rap

      Descrizione

      Workshop sulla storia del Rap come espressione sociale per identificare l’origine, importanti musicisti di ogni paese e in campo sociale, acquisizione di conoscenze di base di uno stile musicale.

      Codice morale hip hop relativo a 8 virtù:

      • 1 / RISPETTO: senza rispetto la fiducia non può nascere.

      • 2 / CORRETTEZZA: è un segno di rispetto per gli altri.

      • 3 / AUTOCONTROLLO: si tratta di saper comportarsi quando la rabbia aumenta.

      • 4 / MODESTIA: è parlare di se stessi senza orgoglio.

      • 5 / SINCERITÀ: esprimersi senza nascondere il proprio pensiero.

      • 6 / VALORE: si sta facendo la cosa giusta

      • 7 / ONORE: essere fedeli alla propria parola.

      • 8 / AMICIZIA: è il più puro dei sentimenti umani.

      Tempi

      1h di lavoro.

      Materiali

       

       


      • MODELLI DI SVAGO E TEMPO LIBERO

        MODELLI DI SVAGO E TEMPO LIBERO

        Obiettivi generali

        1.      Stabilire alternative sane e adeguate all'età dei partecipanti in materia di tempi e spazi di svago

        Obiettivi specifici

        1.      Conoscere le abitudini di tempo libero dei giovani della zona.

        2.      Proporre alternative se le abitudini non sono adatte ai valori fondamentali della convivenza e del rispetto per l'ambiente.

        3.      Stabilire spazi e percorsi delle attività.

        4.      Progettare una proposta formale di alternative per il tempo libero per le autorità locali.

         

        Attività

        "Collega, siamo già qui"

        Descrizione

        Progettare un questionario per i giovani in cui essi possono esprimere come occupano il tempo libero, come utilizzano gli spazi pubblici, se ci sono difficoltà tra gruppi di giovani e tutto ciò che trovano interessante.

        Una variante è quella di un gruppo di discussione in cui invitare diversi giovani locali per generare un dibattito su questi temi e trarre una conclusione che serve per progettare le seguenti attività.

        Tempi

        Tra 3-4 ore di lavoro.

        Materiali

        Carta, penne.

         

        Attività

        Parkour come protesta sociale

        Descrizione

        Seminario sulla storia del Parkour, sue caratteristiche e valori, i suoi aspetti fisici e tecnici tenuto da esperti in materia. L'obiettivo è che i partecipanti acquisiscano le competenze di base necessarie per realizzare piccole sequenze.

        Tempi

        4-10h a seconda della motivazione e degli esperti coinvolti

        Materiali

        Carta, penne.

         

        Attività

        Il percorso del Parkour

        Descrizione

        Con le attività di cui sopra, è possibile progettare un "percorso Parkour", attraverso le aree in cui è presente una maggiore problematica sociale o di coesistenza.

        La proposta è quella di realizzare segnali (simili ai semafori), in cui vengano generati percorsi di diverso livello con indicazioni, in modo che coloro che vogliono praticare, possono avere un'alternativa a un tempo libero dannoso.

        Tempi

        A seconda dell'ambiente

        Materiali

        Carta, penne, computer e placche o segnaletica indicante il percorso.

         

        Attività

        Rap come protesta sociale

        Descrizione

        Seminario sulla storia del Rap, caratteristiche e composizione attraverso la conoscenza di esperti del settore. In modo che acquisiscano competenze di base per fare piccole composizioni per le attività del programma.

        Tempi

        4-10h a seconda della motivazione e del parere degli esperti coinvolti.

        Materiali

        Stereo, computer.

         

        Attività

        Il Rap dell’alternativa

        Descrizione

        Con la consulenza di un esperto in Rap, si deve creare un tema in cui venga restituita tutta la informazione che si è andata raccogliendo circa i modelli in cui viene speso il tempo libero fra i giovani.

        Si può parlare con soggetti che hanno avuto una radio locale e prendere in considerazione la possibilità di registrare pezzi Rap e metterli a disposizione durante il tempo libero del resto dei giovani affinché conoscano un'alternativa possibile.

        Il Rap sarebbe utilizzato come mezzo di espressione della mancanza di alternative. Per fare questo, è stato necessario realizzare il laboratorio di formazione Rap di base.

        Tempi

        2h a seconda del gruppo e dell’argomento.

        Materiali

        Carta, penne, computer e placche o segnaletica indicante il percorso.


        • UGUAGLIANZA, INTEGRAZIONE SOCIALE E RISPETTO

          UGUAGLIANZA, INTEGRAZIONE SOCIALE E RISPETTO

          Obiettivi generali

          1.      Identificare se ci sono conflitti nella convivenza della città e stabilire un quadro proattivo di rispetto e di uguaglianza da parte dei partecipanti stessi in quanto collettivo.

          Obiettivi specifici

          1.      Conoscere le difficoltà che si stanno sperimentando a livello di convivenza sociale e le cause o l'origine di queste.

          2.      Progettare e proporre misure per migliorare la convivenza e l'integrazione di individui o gruppi.

          3.      Stabilire attività per il miglioramento della coesistenza e dell’integrazione destinate alle autorità coinvolte.

           

          Attività

          Azioni di Parkour

          Descrizione

          A squadre. Limitarsi a una frazione del luogo e cercare di riempire lo spazio possibile attraverso gli ostacoli senza rallentare e senza interferire con l'altro. Anticipare i movimenti degli altri e regolarli in modo proattivo.

          Variante 1: muoversi a ritmo con la musica.

          Variante 2: spostarsi insieme a un rapper, uno ascoltando l'altro e cercando di trasmettere le stesse emozioni.

          Tempi

          1h

          Materiali

          no

           

          Attività

          La cooperazione nel Parkour

          Descrizione

          A squadre. Ai livelli più eterogenei possibili. Cercare ostacoli insormontabili in termini di altezza, lunghezza o precisione. Attraversarli aiutandosi a vicenda (piramidi, flessioni...). La maggior parte deve accettare di essere aiutata prendendo la mano che viene tesa anche allorquando non lo necessitino.

          Tempi

          1h

          Materiali

          no

           

          Attività

          Condividere il Rap

          Descrizione

          Ogni persona scrive su situazioni in cui è stato vulnerabile, diversa o discriminata. Coloro che desiderano possono condividere le loro esperienze con il gruppo per un momento di intimo scambio e di dibattito. Da qui il gruppo crea un Rap comune un "manifesto delle disuguaglianze ". Laddove desiderato, si può concludere facendo un pannello con foto del gruppo, la stampa del testo e frasi scelte dalla fase di discussione.

          Tempi

          1-3h

          Materiali

          Carta, penna e sistema audio.

           

          Attività

          La poesia dei diritti umani

          Descrizione

          I partecipanti propongono un elenco di argomenti rilevanti per i diritti umani. Questi problemi sono messi ai voti, i 3 vincitori sono selezionati e suddivisi in 3 squadre. Ogni squadra è supervisionata da un mentore che incoraggia il dibattito e indirizza a scrivere un testo sul soggetto scelto. Questo testo dovrebbe essere ritmico, in rima, colpire ed essere ben scritto. Come se il gruppo lo dovesse presentare alle Nazioni Unite.

          Tempi

          1-2h

          Materiali

          Carta, penna e sistema audio.


          • GIOVANI E IDENTITÀ SOCIALE

            GIOVANI E IDENTITÀ SOCIALE

            Obiettivi generali

            1.      Identificare ed esprimere le potenzialità e le difficoltà specifiche dei giovani rispetto al resto della società.

            Obiettivi specifici

            1.      Realizzare un’analisi delle caratteristiche specifiche di questa fase della vita, l'immagine che viene proiettata sul piano sociale e generare un manifesto che mostra un'altra visione dei giovani marcata da abitudini proattive a livello sociale e culturale.

             

            Attività

            Il Rap come movimento sociale in tutto il mondo.

            Descrizione

            Offriamo una selezione di Rap che trattano di protesta sociale o di difficoltà dei giovani. Analisi del testo che porta a un dibattito sul tema, ponderato dai sentimenti dei partecipanti.

            Tempi

            1h

            Materiali

            Carta, penne, impianto audio

             

            Attività

            Analisi multiculturale del Rap

            Descrizione

            Selezionare Rap e rapper differenti di tutto il mondo in cui si parla di identità sociale e/o culturale con un’analisi relativa all’identità di origine di ogni partecipante.

            Tempi

            30min - 1h

            Materiali

            Stereo e Rap da tutto il mondo sottotitolati nelle diverse lingue dei partecipanti


            • AUTO-CONOSCENZA

              AUTO-CONOSCENZA

              Obiettivi generali

              1.      Promuovere la conoscenza personale e l'accettazione di capacità e difficoltà

              Obiettivi specifici

              1.      Conoscere le caratteristiche emotive intrapersonali.

              2.      Identificare le difficoltà personali in diverse aree di sviluppo: emozionale e relazionale.

              3.      Riconoscere le proprie potenzialità.

               

              Attività

              Conoscere i propri limiti

              Descrizione

              In squadre di due. Uno dei due offre sfide di incrocio o movimento a un altro; l’altro risponde se si sente in grado. In caso positivo, si dovrebbe riuscire in 3 prove. In caso contrario, è necessario accettare di rinunciare e tornare quando ci si senta più preparati dopo essersi allenati. A seguire trovare un'alternativa con lo stesso spirito, difficile ma realizzabile, per avere successo nella ripetizione delle 3 prove.

              Tempi

              1h

              Materiali

              no

               

              Attività

              Faccia a faccia con lo specchio

              Descrizione

              Ogni partecipante è isolato in uno spazio, in intimità, si fanno ascoltare diversi tipi di musica (Rap o altro). La persona ascolta e scrive ciò che passa per la testa; come se si guardasse se stessi in uno specchio, come se si stesse parlando a se stessi. L'esercizio viene ripetuto con diversi tipi di musica per ispirare altre emozioni.

              Tempi

              30min

              Materiali

              Carta, penna, stereo.

               

              Attività

              La mia silhouette

              Descrizione

              Divisi in coppie. Ogni partecipante riceve un foglio di carta di 2 m, marker e matite. Uno della coppia si stende sul foglio, mentre l'altro disegna il contorno della sua figura e viceversa, in modo che tutti alla fine abbiano la propria sagoma disegnata su un foglio proprio. Poi, con musica di sottofondo, ciascuno esprime attraverso disegni, senza scrivere parole o lettere, il proprio umore, i propri sentimenti su se stessi, sugli altri, come si sente nel proprio corpo, ... Il momento è dedicato alla propria coscienza personale.

              Successivamente si dà un titolo (come se fosse il nome di un pezzo Rap). Tutti i partecipanti sono invitati ad osservare le opere di ognuno degli altri; tranquillamente e con rispetto.

              Una variante è che, dopo aver fatto il disegno, si crei un pezzo Rap con ciò che si è osservato o con ciò a cui il disegno ispira.

              Tempi

              40min-1h

              Materiali

              Fogli di carta, colori, pennarelli, stereo.

               

              Attività

              Come mi vedono gli altri

              Descrizione

              Nel corso dell’incontro, ogni partecipante avrà una carta con una propria fotografia e un foglio in bianco. Man mano che i partecipanti si conoscono, vanno scrivendo sulla pagina bianca frasi che descrivono le qualità degli altri compagni che vanno scoprendo.

              Al termine della riunione, ognuno prende il suo foglio con la propria foto e realizza un Rap o una poesia con quello che hanno scritto su di sé. È importante mettere un titolo. Una variante è che, dopo aver fatto il disegno, venga creato un pezzo Rap con quello che si è osservato o con ciò che il disegno ha ispirato.

              Tempi

              Durante tutto l'incontro

              Materiali

              Fotografia personale e fogli

               


              • AUTOREGOLAZIONE EMOTIVA

                AUTOREGOLAZIONE EMOTIVA

                Obiettivi generali

                1.      Identificare i motivi per i quali si hanno difficoltà nei rapporti con i propri coetanei, con le autorità o con se stessi, in maniera che si reagisca o si sia in grado di reagire a ciò che è dannoso per se stessi o per il proprio ambiente.

                Obiettivi specifici

                1.      Riconoscere le proprie difficoltà in situazioni che si considerano di conflitto.

                2.      Identificare le diverse forme di reazione, interna o esterna, e i meccanismi di regolazione individuale.

                3.      Individuare un’uscita sana e socializzante ai conflitti che generano malessere.

                 

                Attività

                Emozioni in movimento

                Descrizione

                A squadre. 4 emozioni: tristezza, gioia, rabbia/disgusto, sorpresa/paura. Tradurre ciascuna emozione nel linguaggio del Parkour con concatenazioni. Variante: fare lo stesso ascoltando il Rap di uno dei partecipanti che dovrà trasmettere una di queste emozioni in una delle lingue liberamente scelta.

                Tempi

                1h

                Materiali

                Stereo.

                 

                Attività

                La piramide dei bisogni

                Descrizione

                Workshop teorico e pratico sulla teoria dei bisogni e sull’aggressività interna ed esterna (vedere spiegazione in appendice)

                Tempi

                1h

                Materiali

                Fotocopie dello schema e power point

                 

                Attività

                Il cerchio di influenza, il cerchio delle preoccupazioni.

                Descrizione

                Basato sul primo esercizio del libro di Stephen Covey "Le 7 abitudini delle persone efficienti". Identificazione dei problemi, comprensione degli schemi di demoralizzazione, come risolverli, come scegliere l'opzione migliore.

                Il Parkour è una disciplina in cui l'energia viene espressa e, allo stesso tempo, deve fare i conti con la frustrazione e il fallimento: come reagire. Come estrapolare questo metodo per le prove della vita?

                Tempi

                40min

                Materiali

                Fotocopie dello schema e Power point.

                 

                Attività

                Il Parkour come uno specchio della mia vita.

                Descrizione

                Si disegna una "corsa" del Parkour o una serie di esercizi che il gruppo dovrebbe praticare da soli e in gruppo, poi si riflette su come ognuno esprime la sua frustrazione e come si può imparare a incanalarla. È un modo per tutti di ascoltare, individuare le proprie difficoltà e utilizzare il Parkour per vedere come, ogni giorno, si esprime la propria frustrazione e aggressività e come risolverle.

                Tempi

                Circa 1h, compresa la discussione.

                Materiali

                no


                • RELAZIONI SOCIALI E RETI SOCIALI


                  RELAZIONI SOCIALI E RETI SOCIALI

                  Obiettivi generali

                  1.      Conoscere la forma in cui ognuno stabilisce relazioni sociali, così come le proprie difficoltà e potenzialità rispetto a esse.

                  2.      Identificare le caratteristiche dei rapporti attraverso i social network e sviluppare un atteggiamento critico verso quelle abitudini che non facilitano comunicazione e rispetto.

                  Obiettivi specifici

                  1.      Riconoscere quegli elementi nelle relazioni sociali che generano conflitto interno e sapere come risolverlo.

                  2.      Identificare le difficoltà e i vantaggi delle reti sociali per quanto riguarda le relazioni, la comunicazione e l'amicizia.

                  3.      Proporre impegni che aiutino a migliorare quegli aspetti che si vogliono cambiare.

                   

                  Attività

                  Faccia a faccia Youtube

                  Descrizione

                  Immaginare situazioni che portano a tensioni nei social network. Per ciascuna di esse, fare un breve Rap il cui primo verso imita una classica risposta faccia a faccia e il secondo la stessa reazione dietro uno schermo, di solito nella sezione commenti su Youtube. Riflettere sulle conseguenze.

                  Tempi

                  1h

                  Materiali

                  no


                  • PROGETTI DI FUTURO

                    PROGETTI DI FUTURO

                    Obiettivi generali

                    1.      Generare entusiasmo e impegno con se stessi per il futuro, sulla base di ciò che è motivante e genera soddisfazione.

                    Obiettivi specifici

                    1.      Progettare un percorso personale che motiva a livello personale, sociale, educativo e familiare.

                    2.      Stabilire meccanismi interni di revisione del proprio percorso e le varie opzioni di recupero di impegni nel caso di insoddisfazione.

                     

                    Attività

                    I miei modelli

                    Descrizione

                    A squadre. Fare una ricerca su internet di Rap o Parkour. Opportunità di riferimento, sia diretto (artista, atleta, allenatore) o indiretto (utilizzando strumenti audio o video, gestione di progetti, sviluppo di valori ...). Proporre uno stile di vita professionale.

                    Tempi

                    2h

                    Materiali

                    Carta, penne, internet.

                     

                    Attività

                    Ritorno al futuro

                    Descrizione

                    Ogni partecipante si immagina in un anno e visualizza la propria situazione: con gli amici, con se stesso, con i suoi studi / con il suo lavoro, con le sue passioni, con i suoi problemi. E da questa situazione torna al presente visualizzando 3 momenti chiave da non perdere per raggiungere questo futuro ideale. Una versione finale potrebbe essere quella di fare un Rap con tutto ciò che è stato visualizzato.

                    Tempi

                    2h

                    Materiali

                    Carta, penne, internet.

                     

                    Attività

                    Dinamica di Merlino

                    Descrizione

                    La spiegazione verrà riportata in allegato.

                    Tempi

                    2h

                    Materiali

                    Cartone, riviste per fare un collage, colla.

                     

                     


                    • PROYECTOS DE FUTURO

                      PROYECTOS DE FUTURO

                      Objetivos generales

                      1.       Generar ilusión y compromiso con uno mismo sobre el futuro, basado en aquello que resulta motivador y genera satisfacción.

                      Objetivos específicos

                      1.       Diseñar un itinerario personal que me motive a nivel personal, social, formativo y familiar.

                      2.       Establecer los mecanismos internos de revisión del propio itinerario y las diferentes opciones de recuperación de compromisos en el caso de no satisfacerlos.

                       

                      Actividad

                      Mis modelos

                      Descripción

                      Por equipos. Hacer una búsqueda en internet de rap o parkour. Oportunidades de referencia, ya sean directas (artista, atleta, entrenador) o indirectas (uso de herramientas de sonido o video, gestión de proyectos, desarrollo de valores ...). Proponer un modo de vida profesional.

                      Temporalización

                      2h

                      Materiales

                      Papel, bolígrafos, internet.

                       

                      Actividad

                      Regreso al futuro

                      Descripción

                      Cada participante se imagina en un año y visualiza su situación: con sus amigos, consigo mismo, con sus estudios / su trabajo, con sus pasiones, con sus problemas. Y de esta situación, regresa en el presente al visualizar 3 momentos clave que no debe perderse para alcanzar este futuro ideal. Una variante final podría ser hacer un rap con todo lo que ha visualizado.

                      Temporalización

                      2h

                      Materiales

                      Papel, bolígrafos, internet.

                       

                      Actividad

                      Dinámica de Merlin

                      Descripción

                      Tengo que pedir al material que lo desarrolle teóricamente. Se adjuntará la explicación en el anexo.

                      Temporalización

                      2h

                      Materiales

                      Cartón, colores, revistas para hacer un collage, pegamento.

                       


                      • VIDEO REPOSITORY

                      • LINKOGRAPHY