IL PIANO CARTESIANO

Parole chiave - piano cartesiano, coordinate.

Finalità - Comprendere il funzionamento delpiano cartesiano.

Materiali - Scotch di carta, pennarello.

Descrizione - Utilizzando lo scotch di carta il conduttore delimita sul pavimento un grosso piano cartesiano (se possibile almeno 4m x 4m). Viene segnato l’asse X e l’asse Y e le direzioni positive e negative di entrambi.

Se il pavimento ha delle piastrelle la dimensione di una piastrella diventa l’unità di misura del piano cartesiano. Nel caso in cui non ci fossero le piastrelle sullo scotch di carta vengono segnati a intervalli regolari le tacche che indicano il passaggio da una unità all’altra.

Ad ogni sessione partecipano 4 coppie. Il resto del gruppo funge da pubblico.

Ogni coppia rappresenta le coordinate (X,Y) di un punto sul piano cartesiano. Il conduttore sorteggia quattro bigliettini preparati in precedenza sui quali sono scritte le coordinate che saranno i punti di partenza delle 4 coppie. I 4 punti sono stati preparati in modo da avere un punto per ciascuno dei 4 quadranti, così da avere tutte le combinazioni possibili di coordinate positive e negative: (+,+), (+,-), (-,+), (-,-) (Ad esempio: (3, 2), (5, -3), (-1, 3), (-2, -4) ). Ogni coppia va a disporsi sul piano cartesiano, decidendo chi dei due rappresenta la X e chi la Y. A seconda del segno della propria coordinata ciascun partecipante avrà uno stato d’animo positivo o negativo.

Quando tutte le coppie sono disposte sul piano cartesiano e hanno compreso i relativi stati d’animo può cominciare l’azione vera e propria. Il conduttore enuncia il titolo dell’improvvisazione che le coppie andranno a fare. Le coppie, una per volta, dovranno improvvisare sul tema dato una storia che duri almeno un paio di minuti. I personaggi in gioco dovranno improvvisare mantenendo fede allo stato d’animo che deriva dalla loro posizione sul piano cartesiano (positivo o negativo). Durata - Da 45 minuti in su.

Varianti - Si può chiedere alle coppie di improvvisare la stessa storia in 4 versioni diverse oppure lasciare la libertà di improvvisare 4 storie differenti.

Osservazioni - È importante arrivare ad un’attività di questo tipo dopo aver già fatto sperimentare al gruppo le basi dell’improvvisazione teatrale. In assenza di basi la difficoltà dell’improvvisazione può risultare frustrante per i partecipanti.